UNITER primo a certificare le figure professionali operanti nell’ambito della COMPLIANCE

14

Giugno, 2024

Approfondimenti Tecnici | Focus

Sono stati rilasciati i primi certificati per COMPLIANCE MANAGER in accordo alla norma UNI 1883:2022 “Attività professionali non regolamentate – Figure professionali operanti nell’ambito della gestione per la compliance – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità”.

La norma definisce i requisiti relativi alle attività professionali delle figure operanti nell’ambito della disciplina della gestione per la compliance (compliance management professionals), ossia: Tecnico della compliance (Compliance Technician), Specialista della compliance (Compliance Specialist), Manager della compliance (Compliance Manager). Tali requisiti saranno specificati, a partire dai compiti e attività e dall’identificazione dei relativi contenuti, in termini di conoscenza e abilità, anche al fine di identificare chiaramente il livello di autonomia e responsabilità, in coerenza con il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ).

Ed è proprio su queste basi che viene rilasciata la certificazione dopo un attento esame dei requisiti in ingresso (titoli di studio, esperienze lavorative specifiche e formazione specialistica), dopo aver gestito l’esame (scritto ed orale) per la valutazione delle conoscenze, abilità e responsabilità di ciascuna figura professionale ed aver deliberato sul rilascio del certificato.

Un processo trasparente, indipendente e imparziale nel rispetto dei requisiti stabiliti per gli organismi di certificazione delle persone dalla norma ISO 17024.

I primi certificati hanno riguardato la figura professionale del Compliance Manager cioè di colui che opera nell’ambito della gestione della compliance a un livello politico-strategico.

Alla figura professionale in oggetto è associato un livello EQF/QNQ di autonomia e responsabilità pari a 7).

La figura professionale assume un ruolo di leadership ai fini dell’adozione, progettazione e attuazione di un sistema di gestione della compliance, interfacciandosi prevalentemente con l’organismo di governo, l’alta direzione e con gli attori della catena del valore (value chain) dell’organizzazione. Alcune denominazioni di figure professionali associate a tale livello professionale possono essere, in termini non esaustivi: consulente senior, direttore della compliance (chief compliance officer, compliance director, compliance head), leader della compliance (compliance leader), temporary manager.

I Compiti del Compliance Managerdefiniti nella norma UNI 11883 comprendono:

  • Gestione delle relazioni con le persone e funzioni pertinenti nell’ambito dell’organizzazione, compresi l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, con assunzione di un ruolo consultivo
  • Raccolta, strutturazione, interpretazione e gestione di dati e informazioni e loro aggiornamento continuo
  • Assunzione di un ruolo di leadership nell’ambito dell’organizzazione, compresi l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, ai fini dell’adozione di un approccio basato sull’HLS
  • nell’ambito del sistema di gestione dell’organizzazione
  • Assunzione di un ruolo di leadership nell’ambito dell’organizzazione, compresi l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, ai fini dell’attuazione, mantenimento e miglioramento di un CMS, secondo logiche di successo durevole, sostenibilità, responsabilità sociale e integrità
  • Assunzione di un ruolo di leadership nell’ambito dell’organizzazione, ai fini dell’integrazione del CMS con altri MSS
  • Assunzione di un ruolo di leadership nell’ambito dell’organizzazione, compresi l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, ai fini della diffusione di una cultura della compliance nell’ambito del sistema di gestione dell’organizzazione
  • Assunzione di un ruolo consultivo presso l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, ai fini dell’adozione della decisione strategica di dotarsi di un CMS
  • Supporto alle persone e funzioni pertinenti nell’ambito dell’organizzazione, compresi l’organismo di governo, l’alta direzione e le terze parti, in termini di informazione, formazione e consulenza, in materia di gestione della compliance.

Noi ce la mettiamo tutta per garantirvi il massimo.

La prossima sessione d’esame è prevista per il 21 novembre ma già a settembre potremmo organizzarne una aggiuntiva per soddisfare le esigenze degli interessati.

Articoli correlati
La Certificazione nel Settore della Vigilanza Privata

La Certificazione nel Settore della Vigilanza Privata

Il settore della vigilanza privata e quello dei servizi fiduciari stanno manifestando sempre più interesse verso le diverse forme di certificazione. Per quanto riguarda la vigilanza privata, da tempo regolamentata secondo norme tecniche, la certificazione in accordo...

leggi tutto
Assemblea 2024 #Confcommerciocè

Assemblea 2024 #Confcommerciocè

UNITER era presente all’ Assemblea 2024 di Confcommercio-Imprese per l'Italia dove sono state lanciate delle sfide importanti.Il Presidente Carlo Sangalli ha sottolineato come l'Italia sia ancora indietro rispetto alla media europea con un divario di circa il 14%...

leggi tutto
TDLab2024_ TerziarioDonna Confcommercio

TDLab2024_ TerziarioDonna Confcommercio

Come sappiamo le Donne nel mondo del Lavoro devono superare maggiori ostacoli rispetto agli Uomini. Il tema di questo importante appuntamento è ‘Economia in trasformazione: le imprese fra nuovo welfare e intelligenza artificiale’ . E’ proprio per superare il Divario...

leggi tutto